PRENOTA ORA

ORARI DI APERTURA:
VEN 16.00 - 19.00
SAB-DOM 10.00 - 19.00

LA STAMPA 3D PER NON VEDENTI: IL POTERE TATTILE DELLA TECNOLOGIA NEI MUSEI

Agosto 3, 2021

La tecnologia di stampa 3D applicata ai beni culturali ricopre un ruolo fondamentale nel creare un’esperienza museale tattile adatta a ipovedenti e non vedenti. Le copie tattili sono un alleato importante anche nella creazione di visite dinamiche ed altamente esperienziali per famiglie e scuole!

 

I. LA STAMPA 3D: MILLE USI PER I BENI CULTURALI

Come abbiamo già visto nell’approfondimento relativo alla tecnologia 3D per i beni culturali, quando si parla di stampa 3D si fa riferimento a un processo automatizzato finalizzato alla realizzazione di oggetti tridimensionali.

Il principale vantaggio di questa tecnologia è la rapidità con cui si può ottenere un modello fisico dal modello digitale. Ciò ha permesso alla stampa 3D di prendere rapidamente piede in tantissimi settori: dalla medicina, all’architettura, all’ingegneria, al design e anche ai beni culturali.

In particolare in quest’ultimo settore, tra le molteplici destinazioni d’uso, la tecnologia 3D si è rivelata utile anche al restauro, potendo ricostruire in toto sculture partendo da singoli frammenti o ricreando piccole parti di opere più complesse; si è resa inoltre fondamentale per la musealizzazione, permettendo di creare copie fedeli agli originali in assenza di questi.

 

II. ESPERIENZE TATTILI PER NON VEDENTI E CURIOSI

L’impiego della stampa 3D nell’ambito dei beni culturali ha nella maggior parte dei casi la funzione di una migliore o maggiore fruizione di un’opera d’arte.

In questa direzione vanno anche le operazioni volte a creare copie di originali destinati a persone con disabilità visive o ipovedenti. Le esperienze museali tradizionali, infatti, si basano principalmente sull’utilizzo della vista per poter apprezzare le opere esposte. Questo crea inevitabilmente delle barriere per chi non può contare sull’utilizzo di questo senso. Grazie alla stampa 3D, le persone con disabilità visive possono approfittare di copie di sculture e bassorilievi da toccare per poterle percepire in tutta la loro bellezza, attraverso una fruizione tattile.

L’inserimento della “possibilità tattile” all’interno di realtà museali non è utile soltanto per le disabilità visive, ma è un ausilio importantissimo anche per la creazione di esperienze didattiche per bambini e scuole. Quante volte entrando in un museo colmo di scolaresche ci è capitato di sentire la fatidica frase -oppure siamo stati proprio noi a dirla- “Bambini non toccate!”?

Grazie alla creazione di copie identiche all’originale di statue e altri reperti, i bambini, e i più curiosi tra gli adulti, possono ora godere a pieno di un’esperienza museale che, oltre alla vista, include anche il senso del tatto.

 

III. VISITA E LABORATORI TATTILI AL MUSEO DEL TERMALISMO

Al Museo del Termalismo antico e del Territorio sono esposte numerose copie di reperti realizzate tramite la tecnologia di stampa 3D.

Tra le più imponenti sono i cippi confinari, giganteschi pilastri che in epoca romana erano stati posti a delimitare il territorio delle Terme Euganee. Ce ne sono però altre, molto diverse sia per grandezza che per tipologia di realizzazione, tutte prodotte grazie alle tecnologie messe a disposizione da TryeCo srl, ditta specializzata nella stampa 3D per i beni culturali.

Le copie all’interno del museo sono particolarmente utili a rendere l’esperienza di visita adatta anche a non vedenti e ipovedenti: grazie alla possibilità di toccare i manufatti senza comprometterne l’integrità, essi potranno infatti vivere i percorsi espositivi senza l’ausilio della vista.

La fruizione tattile del museo è molto apprezzata anche dai bambini e dalle scolaresche che, abbinando il senso del tatto alla vista e all’udito, riescono a rimanere ingaggiati, interessati e attenti per un periodo di tempo maggiore.

Il museo del termalismo antico e del territorio, grazie alle sue esperte operatrici offre la possibilità di creare non solo emozionanti laboratori per bambini e ragazzi, ma anche esperienze didattiche su misura. Quest’ultime possono essere pensate specificamente per incontrare le necessità di persone con disabilità visive che abbinino, ad una visita tattile del museo, una sessione laboratoriale entusiasmante e adatta ai loro bisogni.

Scrivici o chiamaci per scoprire le nostre esperienze di visita e di laboratori completamente personalizzabili!